Olio buono, viso bello, portafoglio salvo

Lo sapevate? Da più di 3000 anni ci portiamo al fianco un formidabile visagista chiamato olio d’oliva.

Un antico visagista di nome olio d’oliva

L’olio d’oliva è un agente di bellezza antichissimo, già usato dai  Greci e dagli Egizi; anche se a quei tempi non si sapeva ancora perché fosse in grado di rendere la pelle del viso e del corpo liscia, elastica e luminosa. Ma nel corso dei secoli abbiamo scoperto molti modi di usare l’olio di oliva per la cura quotidiana del viso. Di recente gli scienziati hanno fatto chiarezza su alcune delle sue molteplici proprietà. E oggi sappiamo che a fare la parte del leone nella cura del viso sono gli antiossidanti chiamati polifenoli.

Olio evo bio
Classico blend toscano a base di Moraiolo, Leccino, Pendolino e Frantoio.

L’olio più indicato per la cura del viso e del corpo, cioè quello che contiene più polifenoli, è l’olio extravergine di oliva, o evo. Solo un extravergine contiene gli antiossidanti, le vitamine e i minerali che lo rendono benefico per la pelle. Il nostro  Oliveta della Torre bio  per esempio contiene ben 541 mg/kg di polifenoli, più del doppio del minimo sindacale per essere considerato un extravergine!

Dicevamo dunque che l’olio buono, cioè l’olio evo, è il nostro visagista più fedele ed economico da almeno 3000 anni a questa parte. Ecco come sfruttare tutte le sue proprietà.

Otto mosse d’oro per un viso più radioso

1) Detergere

Anche se di primo acchito potrebbe sembrare illogico, l’olio di oliva è un alleato eccellente per eliminare il grasso e lo sporco. La ragione è che, come si direbbe in chimica, “simile scioglie simile”. Quindi l’olio extravergine di oliva è in grado di sciogliere la sporcizia e il sebo presenti sul viso in modo più efficace della maggior parte dei detergenti a base di acqua presenti in commercio. Inoltre l’olio di oliva non è comedogeno. Questo significa che non causa l’occlusione dei pori, può quindi essere usato su tutti i tipi di pelle.

2) Struccare

L’olio extravergine di oliva è un potente struccante, altro che acqua micellare! Se lo si miscela con un po’ di succo di limone si prevengono anche gli sfoghi cutanei. Il succo di limone è in effetti efficace contro l’acne perché ha proprietà disinfettanti: uccide i batteri che causano la formazione dei brufoli.

Struccare il viso con l’olio d’oliva è indicato soprattutto in caso di pelle sensibile o di allergie ad alcuni ingredienti contenuti abitualmente nei cosmetici. L’ olio d’oliva è infatti meno abrasivo rispetto agli struccanti che si basano sull’azione di sostanze chimiche.

Piccolo consiglio extra: quando la vostra pelle ha bisogno di più idratazione basta mescolare olio evo e acqua di aloe vera. Un rimedio ottimo quando si ha il viso irritato perché consente di eliminare il trucco e dargli contemporaneamente sollievo.

(Il signore qui sotto evidentemente non conosce i benefici dell’olio d’oliva…☺️)

The Making of Harry Potter 29-05-2012 (7526855640)

3) Esfoliare

Sapete come creare uno scrub naturale, efficace e senza spendere un occhio della testa? Basta miscelare un cucchiaio di olio extravergine di oliva con mezzo cucchiaino di sale marino o di zucchero (migliore per le pelli più sensibili perché meno abrasivo del sale), massaggiarli sul viso e risciacquare la pelle con l’acqua tiepida.

4) Curare l’acne

Con l’olio extravergine di oliva possiamo dire addio anche a brufoli e punti neri:

  • perché è un antibatterico naturale, quindi previene che i batteri aggravino le condizioni dell’acne,
  • perché ha proprietà antinfiammatorie, quindi è indicato per attenuare il gonfiore e il rossore cutaneo causato dall’acne.

5) Idratare

L’olio evo è molto più efficace e meno costoso rispetto a tante creme idratanti a base d’acqua che si trovano in commercio.

Lo si può massaggiare puro sul viso, oppure miscelarlo con altre sostanze. Per esempio lo si può rendere profumato aggiungendo qualche goccia di olio essenziale di lavanda, di limone o di verbena, oppure mescolandolo con l’acqua di rose.

cura del viso con l'olio

6) Maschera di bellezza

Miscelando l’olio d’oliva con altri prodotti naturali si possono preparare maschere viso estremamente efficaci. Gli effetti che si ottengono variano in base agli ingredienti aggiuntivi.

Avete la pelle secca? Miscelate mezzo cucchiaio di olio extravergine di oliva con un tuorlo d’uovo e un cucchiaio di farina, avendo cura di aggiungere ancora un po’ d’olio se la maschera è troppo densa. Spalmate la maschera sul viso e lascialatela in posa per venti minuti. Gli ingredienti avranno così il tempo di agire e di idratare la pelle.

7) Antirughe

Dato che l’olio d’oliva è in grado di migliorare l’elasticità della pelle può anche aiutare ad attenuare l’aspetto delle rughe. Come? Picchiettatelo sulla pelle intorno agli occhi prima di andare a dormire la sera o appena svegli al mattino. Per fare in modo che abbia una consistenza più densa e quindi più simile a quella di una crema basta conservarlo in frigorifero.

8) Anticicatrici

Le vitamine e i minerali contenuti nell’olio evo favoriscono la rigenerazione delle cellule cutanee. Se volete schiarire e ridurre la visibilità di una cicatrice, provate a massaggiarla con l’olio extravergine di oliva per cinque minuti. Lasciatelo poi agire per altri dieci prima di rimuoverlo delicatamente con un fazzoletto. Può essere utile aggiungere un po’ di succo di limone o di acqua ossigenata, soprattutto quando a causa della cicatrice la cute appare iperpigmentata.  Ricordatevi però di non esporre il viso al sole dopo il trattamento altrimenti potrebbe arrossarsi ulteriormente.

Insomma, sono più di 3000 anni che senza quasi accorgercene  ci portiamo appresso un visagista infallibile, economico e sempre a portata di mano. Purché sia di alta qualità. Conviene sicuramente pagare qualche euro in più per un buon un olio evo; anche perché ci consente non solo di curare la nostra pelle e soddisfare il nostro palato, ma anche di preservare il portafoglio da costose spese in profumeria. Giusto? 😉

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.